Giorgio Moroder icona gay a 74 anni

Giorgio Moroder icona gay
Giorgio Moroder icona gay

Giorgo Moroder,  senza dubbio personaggio alle origini della musica disco ed ispirazione e autore di tante hit di successo è una icona della musica elettronica divenuto nel tempo punto di riferimento per generazioni di musicisti e interpreti. Ma Giorgio Moroder può anche definirsi una icona gay? Il suo iconico baffo anni 70 ha lanciato ma anche contribuito al mito di nomi leggendari dell’ iconografia gay internazionale come Donna Summer, Blondie, Freddie Mercury, Irene Cara e tanti altri. Il suo ultimo album, prodotto e uscito poco prima dei suoi 74 anni, è una conferma del laccio che lo lega inevitabilmente al panorama gay.  Uscito a distanza di trenta anni dal suo precedente album “Deja vu” è ricco di partecipazioni; da Kylie Minogue a Sia a Britney Spears, Kelis ed altri nomi inequivocabilmente legati al panorama gay. E che dire di “take my breath away” scritta per i Berlin colonna sonora di Top Gun oppure della colonna sonora di “American Gigolò” con Richar Gere o della mitica “What a feeling” traino di Flashdance? Tracce lasciate qua e la nella memoria che uniscono un percorso “gay addicted” musicale ben definito. Lui stesso ha dichiarato di amare le voci femminili della musica pop e con alcune di queste è riuscito ad avere delle collaborazioni artistiche. Un sound elettronico ispirazione per i Daft Punk che gli hanno anche dedicato un disco ma anche ispirazione per una linea di tastiere elettroniche a lui dedicata. Prepariamoci ad altre sorprese. Moroder non si ferma qui.

Questa la tracklist dell’ ultimo album “Deja vu”

01. 4 U With Love
02. Déjà Vu feat. Sia
03. Diamonds feat. Charli XCX
04. Don’t Let Go feat. Mikky Ekko
05. Right Here, Right Now feat. Kylie Minogue
06. Tempted feat. Matthew Koma
07. 74 is the New 24
08. Tom’s Diner feat. Britney Spears (Suzanne Vega cover)
09. Wildstar feat. Foxes
10. Back and Forth feat. Kelis
11. I Do This For You feat. Marlene
12. La Disco

Inno alla diversita con Daniele Ronda e Mimmo Cavallaro

Inno alla diversita Daniele Ronda Mimmo Cavallaro
Inno alla diversita Daniele Ronda Mimmo Cavallaro

Inno alla diversità con Daniele Ronda e Mimmo Cavallaro è da poco uscito su youtube ed in vendita nei principali digital store. Il piacentino Daniele Ronda, interpreta in duetto con il leader dei calabresi TaranProject, Mimmo Cavallaro, questo brano, che permette a due voci autorevoli del panorama World italiano di rompere le barriere culturali tra nord e sud attraverso la musica e il loro dialetto, per fondersi in un unico progetto. Nel videoclip, girato in un tipico borgo italiano e diretto da Massimo Albasi, Daniele Ronda e Mimmo Cavallaro si raccontano ognuno nella propria lingua. Separati inizialmente da un muro, si ritroveranno insieme davanti ad un pianoforte per dare vita ad un dialogo musicale che unisce mondi lontani eppure solo apparentemente diversi. “Il nostro è un paese in movimento, si muove perché popoli diversi che lo distinguono si muovono, si incontrano e si uniscono, e da questa mescolanza na sce una nuova comune identità. La diversità è il motore che muove il processo di arricchimento reciproco”, spiega Ronda.

Top Dj talent show torna dal 7 aprile su Sky Uno

top dj talent show
top dj talent show

Top Dj talent show torna con la seconda edizione, dal 7 aprile 2015 per otto puntate ogni martedì su Sky Uno HD alle 22.45 e in chiaro su Cielo Tv ogni mercoledì alle 23.00 a partire dall’8 aprile. Albertino, Stefano “Stylophonic” Fontana e Lele Sacchi sono i tre confermati giudici. Ad affiancarli, in ogni puntata, ospiti d’eccezione e dj di fama internazionale. A conferma della sua forza innovativa il talent show dedicato al mondo clubbing incontra il supporto di media partner d’eccezione come Radio Deejay e RollingStone. Oltre 2.000 gli aspiranti Dj provenienti da tutta Italia che hanno risposto alla call per la seconda edizione. Di loro 550 hanno passato le selezioni per giocarsi la propria chance davanti ai giudici nei casting in onda il 7 e 14 aprile. Solo 10 Dj accederanno alla gara vera e propria, sfidandosi alla consolle in performance tematiche, inediti dj-set, prove creative e tecniche davanti ai tre giudici. Dovranno dimostrare di essere originali, musicali e all’altezza della situazione, fino alla proclamazione del Top Dj 2015 nella Finale del 26 maggio.

Sinner il peccato pop italiano

SINNER photographed by GIUSEPPE VITARIELLO
SINNER photographed by GIUSEPPE VITARIELLO

Pugliese di Bari con una vocazione al pop internazionale Francesco Fidati, per tutti Sinner, è ormai una realtà della musica italiana.  Definito dalla rivista Rolling Stones “la risposta italiana a Lady Gaga“, racconta: «Sono un ragazzo estroso dai molteplici aspetti, cresciuto con il suo sogno americano.. Ovvero diventare una popstar mondiale, icona della comunità GAY :) Maschio, ma con i tacchi. Un po’ un fetish, un po’ il sogno nascosto di tanti di noi. Nasco come S!nner nei club della Puglia, facendo animazione e pian piano ho creato il mio spazio. Amo curare la mia immagine in ogni dettagli e tutto cio che indosso è creato da me.. Vorrei riportare in vita il fenomeno pop anni 90 con tutto quello che all’epoca mi ha fatto impazzire e sognare e  reso quello che sono. Perché Sinner? Perché il peccato è basato fondamentalmente sull’amore, nessuno è meno peccatore di un altro. L’amore di per sé genera peccato, e la mia è una provocazione: il peccatore è l’essere umano”.

Sinner photo by Luca Brunetti
Sinner photo by Luca Brunetti

Prima che il mondo si rendesse conto che un ragazzo austriaco con la barba può essere a suo agio in abiti femminili e cantare splendidamente – Conchita Wurst, la drag queen vincitrice di Eurovision – Sinner era già al lavoro. Niente barba, ma un paio di baffetti a metà strada tra Freddie Mercury e i Village People, per non parlare del taglio di capelli e del trucco alla Grace Jones. Sinner il suo bel festival internazionale lo ha avuto nel giugno 2014 a Parigi quando ha partecipato all’ Euromusic Contest insieme ad altri artisti da tutta Europa. Per quest’ anno prepara un tour spinto da un medley di suoi ultimi singoli. Qui il sito ufficiale.

Madonna Che Tempo Che Fa presenta il nuovo album ‘Rebel Heart’

madonna che tempo che fa
madonna che tempo che fa

La superstar Madonna sceglie la trasmissione di Rai Tre Che Tempo Che Fa condotta da Fabio Fazio e prodotta da Endemol Italia per lanciare il nuovo album Rebel Heart. Domenica 8 marzo dalle 20.10 Miss Ciccone sarà per la prima volta nella trasmissione di Fazio, in onda dalle ore 20.10, a 15 anni dalla sua ultima apparizione tv in un programma televisivo italiano (fu ospite nel dicembre del 200 di Raffaella Carrà a Carramba che fortuna). A dare la notizia – con la soddisfazione che ne conviene – è stato lo stesso conduttore tramite il suo profilo ufficiale Twitter. Madonna presenterà Rebel Heart, tredicesimo della sua carriera disponibile in tutto il mondo dal 9 marzo in digitale e dal 10 marzo nei negozi tradizionali su etichetta Interscope Records. In questo nuovo lavoro (registrato tra New York, Los Angeles e Londra) la popostar ha collabrato con Nicki Minaj, Kanye West, Nas, Chance the Rapper e Mike Tyson. Tra i produttori la stessa Madonna, Diplo, Kanye West, Billboard, Avicii, DJ Dahi e Blood Diamonds, Ryan Tedder, Toby Gad, e Ariel Rechtshald. L’album infatti sarà disponibile in Italia in diversi formati: standard, deluxe, in una versione limitata super deluxe, in Vinile (dal 31 marzo) e in un’edizione limitata disponibile in esclusiva negli store Media World. Per ogni versione cover e addirittura tracklist differenti.

Non è la solita musica.